Oggi andremo a parlare di un prodotto, esistente sul mercato, compostabile: il bicchiere.

Innanzitutto chiariamo il concetto di compostabile: la compostabilità è la capacità di una materiale organico di trasformarsi in compost mediante il processo di compostaggio. Questi bicchieri presenti in commercio sono realizzati in cartoncino + biopolimero oppure in Ingeo P.L.A., un biopolimero biodegradabile e compostabile, ottenuto da amido vegetale. Per quanto riguarda il bicchiere in cartoncino + biopolimero, esso proviene da foreste gestite responsabilmente e il rivestimento interno in biopolimero ne consente la tenuta di liquidi e garantisce l’idoneità al contatto alimenti.

Questi bicchieri sono concepiti in un’ottica di ciclo integrato, ossia che a fine vita non diventino un rifiuto da avviare alla discarica, ma che si trasformino in una risorsa. Attraverso il riciclaggio organico in compostaggio, i prodotti potranno infatti tornare a nuova vita. Il compost ottenuto fertilizzerà il terreno su cui poi nasceranno altre piante dalle quali si otterranno nuovamente materie prime. Un circolo virtuoso, dalla natura alla natura, che nel suo completarsi comporta meno impiego di risorse non rinnovabili, meno energia e meno CO2.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *